SPUMANTI DAL 1957

METODO CLASSICO: LO SPUMANTE CHE NASCE IN BOTTIGLIA

Gli spumanti della nostra Cantina sono tutti realizzati con la tecnica nota come Metodo Charmat, o Martinotti; tutti tranne uno: il Solicum Metodo Classico Brut Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG.

Il Metodo Classico (noto anche come Méthode Champenoise) è un sistema di spumantizzazione che prevede la seconda fermentazione in bottiglia, a differenza di quanto solitamente avvenga nella produzione dei vini tipici delle nostre zone.

In Italia le prime testimonianze dell’utilizzo di questa tecnica risalgono alla metà dell’800. Si tratta dunque di un’usanza antica tramandatasi di generazione in generazione e che ha fatto la storia. Noi, amanti della tradizione, abbiamo voluto mantenerla viva facendo nasce il nostro Solicum Metodo Classico, uno spumante ricco di unicità che merita le dovute attenzioni.

La selezione delle uve per la sua creazione inizia in vigneto dalla raccolta manuale dei grappoli che vengono immediatamente portati in Cantina e pressati, in questo modo si ottiene il succo d’uva che, fermentando grazie all’opera dei lieviti, dà vita al vino base.

A questo punto il vino base viene messo in bottiglia con l’aggiunta di una miscela di lieviti e zuccheri chiamata liqueur de tirage e, con il trascorrere dei giorni, avviene una seconda fermentazione: la blasonata “rifermentazione in bottiglia”, momento in cui i lieviti si nutrono delle sostanze zuccherine contenute nel vino producendo anidride carbonica. Tramite questo processo il vino base diventa spumante. I lieviti, ancora presenti all’interno della bottiglia, vengono lasciati a contatto con il vino per almeno 24 mesi, in questo periodo lo spumante si arricchisce di aromi nobili tipici del Metodo Classico quali gli aromi di crosta di pane e i profumi di pasticceria.

Il nostro Solicum Metodo Classico durante la fase di maturazione, viene disposto su cavalletti in legno chiamati pupitres, dove le singole bottiglie vengono fatte lentamente ruotare ed inclinare fino al raggiungimento della posizione verticale, con il tappo rivolto verso il basso. Questo procedimento consente ai lieviti di scivolare lentamente sul collo della bottiglia andando a convogliare nella sua parte più estrema dove si trova la bidule, una piccola e sottile capsula cilindrica di plastica.

Nella realizzazione del Metodo Classico, un momento estremamente delicato è quello della sboccatura (degorgement) che consiste nell’eliminazione dei lieviti permettendo allo spumante di apparire perfettamente lipido. Per farlo, viene congelato il collo della bottiglia in modo tale da solidificarne la parte più estrema e il tappo viene estratto portando con sé e la bidule contenente i lieviti sedimentati.

Le fasi che portano alla creazione di spumanti Metodo Classico sono molte, lunghe e laboriose; l’ultima tra queste prevede all’aggiunta del liqueur d’expedition: nella fase di degorgement è possibile che una piccola parte di vino fuoriesca ed è quindi necessario colmare tutte le bottiglie con dell’altro vino. Infine, tutte le bottiglie vengono tappate con sughero e gabbietta.

I 5 anni che trascorrono dalla vendemmia al momento della degustazione del nostro Solicum Metodo Classico, assicurano la creazione di un perlage fine ed elegante, e favoriscono lo sviluppo di un ricco bouquet di frutta bianca matura, credo e crosta di pane. La finezza olfattiva viene confermata al sorso: morbidezze e acidità si equilibrano perfettamente rendendo questo spumante armonico e capace di regalare una persistenza gustativa lunghissima.

Perfetto per le occasioni speciali, offre il meglio di sé servito alla temperatura di 4-6 °C ed è ottimo accostato a primi piatti a base di pesce.

 

 

CANTINA COLLI DEL SOLIGO sac

VIA LINO TOFFOLIN 6

31053 PIEVE DI SOLIGO (TV) - ITALIA

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

P. IVA  00179830260

Informazioni aziendali

contatti

Usa questo modulo per inviarci una email