ARRIVA IL NATALE: ORDINA ORA IL TUO VINO per RICEVERLO PRIMA delle FESTE
103 shopping cart
0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti: 0
Totale prodotti: € 0,00

Vai al carrello

Il galateo del vino

Il Natale è arrivato ed è il momento del brindisi. Ecco come fare per degustare al meglio lo spumante e far sentire tutti gli invitati a proprio agio.
 
Apriamo la bottiglia in poche semplici mosse
Per prima cosa leviamo la capsula che ricopre la gabbietta e il tappo seguendo la linea trasversale. Apriamo poi l’anellino della gabbietta, incliniamo leggermente la bottiglia tendendola dal fondo e manteniamo fermo il tappo con la mano. Ruotiamo lentamente la bottiglia ed estraiamo delicatamente il tappo.
Se al contrario lo facciamo fuoriuscire velocemente sentiremo il classico “botto” che per tradizione è sinonimo di festa ed allegria. Ma ahimè, il galateo non lo prevede eccezion fatta per la notte di Capodanno.
Oltre ad essere pericoloso, far volare il tappo provoca un cambio rapido della pressione presente all’interno della bottiglia con la conseguente perdita di effervescenza. Ecco che il botto è sconsigliato se vogliamo preservare al meglio lo spumante.
A questo punto iniziamo a versarlo tenendo la bottiglia con l’etichetta rivolta verso l’alto in modo che la si possa vedere. Incliniamo lievemente i calici e serviamo il vino.
È di fondamentale importanza non riempire mai troppo il bicchiere, solo fino alla spalla. Versatene poco e poi se gli ospiti gradiranno ripetete l’operazione.
 
La forma del bicchiere fa la differenza al momento della degustazione
Contrariamente alla credenza popolare, la flûte non è un’ottima scelta per la degustazione del Prosecco spumante. Questo tipo di bicchiere viene spesso proposto perché lascia spazio alla formazione delle bollicine che scorrono lungo le pareti e donano senza dubbio un effetto visivo elegante e festoso.
Ma un bicchiere stretto ed alto non lascia lo spazio per permettere ai profumi di sprigionarsi ed essere percepiti.  
Vedremo quindi tante bollicine formare catenelle in risalita ma potremmo percepire poco gli aromi olfattivi.
Molto chic sono le coppe in cristallo, talvolta viste nei film o nelle immagini vintage, anche queste sono esteticamente affascinanti ma poco funzionali alla degustazione.
La scelta migliore è un semplice calice a forma di tulipano. Stretto alla base per permettere l’origine delle bollicine e dal corpo più ampio perché possano essere liberati gli aromi e confluire concentrandosi verso la parte superiore del bicchiere.
 
La temperatura di servizio e l’abbinamento
Consigliamo di servire lo spumante Prosecco a 4°- 6° C. Una volta aperta la bottiglia, mantenetela in un cestello pieno di cubetti di ghiaccio, così rimarrà fresca più a lungo.
Gli abbinamenti che possiamo proporre sono molteplici. Ottimo al momento dell’aperitivo il 'COL DE MEZ' Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG Brut mentre per accompagnare una prima portata ad esempio la spaghettata di pesce consigliamo il  'SOLICUM' Cuvée Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG Extra Dry.
Mentre è perfetto accanto al salmone in crosta il ‘Prosecco DOC Treviso Rosè Millesimato in versione Brut’. Infine al momento del taglio del Panettone o abbinato ai dolcetti natalizi suggeriamo la versione più morbida della line: il SOLICUM 'Rive di Soligo Millesimato Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG Dry’.
 
Non ci resta che augurare un buon brindisi e un sereno Natale a tutti!

Pagamento sicuro

Che sia con carta di credito, Amazon Pay o PayPal.

Spedizioni veloci

Consegna garantita entro 2-3 giorni lavorativi dall'avvenuto pagamento. Su tutto il territorio italiano.

Assistenza clienti

servizioclienti@collisoligo.com